Maskne: come curare l’acne da mascherina?

La pandemia di COVID-19 ha cambiato drasticamente le nostre abitudini costringendoci ad indossare quotidianamente una mascherina protettiva quando soprattutto il distanziamento sociale non è garantito.

Questo dispositivo protettivo, se da un lato è indispensabile per rallentare e prevenire la diffusione del Coronavirus, dall’altro mette a dura prova la nostra pelle. L’uso prolungato della mascherina, infatti, può causare dei problemi cutanei come arrossamenti, irritazioni e brufoli. 

Ecco allora le soluzioni più efficaci per ridurre il rischio di eventuali sfoghi cutanei da mascherina e proteggere al meglio la nostra pelle.

Acne da mascherina: scopri come combatterla.

Che cos’è la Maskne?

Per indicare l’insieme dei disturbi cutanei legati all’uso prolungato della mascherina, è stato coniato dai dermatologi il termine “maskne” che deriva dall’associazione dei due termini “mask” e “acne”, ovvero acne da mascherina. 

Sintomi della Maskne

La maskne si manifesta con rossori, brufoli e irritazioni concentrati su guance, mento, contorno labbra e naso. 

Gli effetti della mascherina variano a seconda del tipo di pelle. 

Se la pelle è grassa, produrrà probabilmente sebo in eccesso, con il conseguente manifestarsi di punti neri e brufoli.

Se la pelle è secca, diventerà ancora più secca e necessiterà di maggiore nutrimento. 

Se invece la pelle è sensibile, tenderà a riportare delle vere e proprie lesioni.

Altri effetti della mascherina sulla pelle

Altri effetti negativi che si possono sviluppare con l’uso della mascherina sono:

  • dermatite da contatto: prevede pelle arrossata e squamosa dovuta al contatto di materiali che provocano allergia. 
  • dermatite da irritazione: presenta prurito sulla pelle dovuto al contatto di agenti irritanti.
  • eczema seborroica: è caratterizzato da una maggiore produzione di sebo e da un arrossamento della pelle.
  • rosacea: si manifesta tramite un arrossamento di guance, naso, mento e fronte.

In presenza di questi problemi cutanei, è sempre consigliabile rivolgersi ad un dermatologo che sarà in grado di intervenire nel modo più opportuno.

Perché si manifesta l’acne da mascherina?

Quali sono le cause della Maskne?

I disturbi cutanei da mascherina sono causati da due fattori principali:

  1. Sfregamento. Lo sfregamento continuo della mascherina sulla pelle rende più vulnerabile lo strato cutaneo provocando arrossamenti, irritazioni e desquamazioni.
  1. Umidità. Con l’uso della mascherina il nostro respiro viene intrappolato causando un’eccessiva umidificazione della pelle. Il calore e l’umidità favoriscono l’accumulo di sudore e sebo, che provocano l’ostruzione dei pori e quindi la comparsa di brufoli, foruncoli e, nei casi più gravi, anche dermatiti. 

Quale mascherina scegliere?

Il tipo di mascherina può contribuire a favorire la comparsa di irritazioni e rossori. Esistono diversi tipi di mascherina e con diversi livelli di protezione. 

Utilizzare una mascherina monouso e pulita è probabilmente la soluzione migliore per prevenire possibili eruzioni cutanee.

Sono da preferire le mascherine chirurgiche perché possono essere sostituite con più frequenza, riducendo così il rischio di concentrazione di sebo e sporco che possono favorire l’insorgere di brufoli.

Le mascherine FFP2 e FFP3 effettuano una maggiore pressione sul viso e sono più occlusive, pertanto aumentano la possibilità di far comparire delle lesioni causate dallo sfregamento e dell’accumulo di umidità.

Nel caso in cui si optasse per una mascherina di stoffa, invece, è bene scegliere quella in seta perché è la più delicata per la pelle ed è la soluzione ideale per prevenire la formazione di rossori e brufoli. In questo caso è fondamentale lavarla ogni giorno.

In generale, è consigliabile sostituire questi dispositivi protettivi dopo ogni utilizzo per evitare danni alla pelle e per una maggiore protezione.

Acne da mascherina rimedi 

Per combattere e alleviare gli sfoghi cutanei da mascherina bisogna seguire alcuni semplici suggerimenti. Ecco quelli più importanti.

La skincare per combattere la Maskne

Il primo step consiste nell’adottare una corretta skincare quotidiana. E per farlo è necessario:

  • Lavare il viso dopo aver rimosso la mascherina con un detergente specifico o semplicemente con dell’acqua (utilizzare troppe volte il detergente potrebbe essere controproducente).
  • Utilizzare sempre una crema idratante, meglio se lenitiva (a base di aloe, calendula e avena) in modo da calmare le irritazioni e i rossori. 
  • Scegliere prodotti non aggressivi, ricchi di antiossidanti e sostanze specifiche, come la vitamina E che riduce le screpolature, contrasta l’invecchiamento e la formazione dei radicali liberi.
  • Effettuare 1 volta a settimana uno scrub leggero utile per eliminare le cellule morte.

Il make up giusto sotto la mascherina

Tra le cose che abbiamo dovuto modificare con l’uso della mascherina, c’è sicuramente la routine del make up. In questo caso è bene prediligere un trucco leggero e non occlusivo. Scopriamo, allora, come non rinunciare al trucco proteggendo la salute della nostra pelle.

Mascherina: fondotinta si o fondotinta no?

Il fondotinta gioca un ruolo importante perché può ostruire i pori diventando così terreno fertile per l’accumulo di batteri, con la conseguente comparsa di imperfezioni, brufoli e punti neri. Quindi alla domanda se utilizzare o no il fondotinta la risposta è: meglio evitare.  Ma se non riusciamo proprio a fare a meno della base si può optare per una crema colorata che contiene anche antiossidanti come l’alfa lipoico e il licopene, che tendono ad abbassare la carica dei radicali liberi o una BB Cream che ha un’azione idratante, coprente ed è efficace contro le imperfezioni.

Trucco labbra mascherina

Per quanto riguarda il trucco delle labbra è senza dubbio fondamentale mantenerle idratate e morbide, applicando un balsamo labbra prima di indossare la mascherina. A causa, infatti, dell’ambiente umido che si crea all’interno della mascherina, le labbra tendono a seccarsi maggiormente.  Se non si vuole rinunciare al rossetto, è bene preferire quello a lunga tenuta in quanto più resistente e meno trasferibile ed evitare rossetti cremosi e gloss che possono, invece, causare sbavature.

Trucco occhi mascherina

Dal momento che l’unica parte che rimane visibile sono gli occhi, perché non valorizzarli come meglio si può? Come prima cosa, è fondamentale nascondere le occhiaie con un buon correttore. In seguito, per mettere in risalto gli occhi basta utilizzare la matita per occhi e l’eyeliner, meglio se waterproof in quanto resistente allo sfregamento. Infine, è possibile applicare il mascara che apre lo sguardo rendendolo più intenso e magnetico.

Maskne e alimentazione

Seguire una dieta sana ed equilibrata può contribuire a frenare gli effetti della mascherina sulla nostra pelle. Pertanto è consigliabile: 

  • Ridurre il consumo di latte e latticini perché aumentano il processo di infiammazione nel corpo, che a sua volta favorisce la comparsa di acne. 
  • Evitare alcolici, fritti e dolci che sono altrettanto dannosi per la pelle. 
  • Prediligere frutta e verdura cruda, meglio se condite con limone o olio di oliva perché contengono sostanze (vitamine, minerali e antiossidanti) che sono responsabili della rigenerazione delle cellule e dei tessuti.

Trattamenti viso per l’acne da mascherina

Per minimizzare gli effetti della mascherina è utile ricorrere anche a dei trattamenti viso mirati. Scopriamo quali sono i più efficaci.

  • Trattamento viso biorivitalizzante  Si tratta di un trattamento estremamente idratante in grado di rigenerare la pelle del viso restituendole elasticità e tono.  La biorivitalizzazione del viso consiste in una serie di microiniezioni di acido ialuronico, antiossidanti e vitamine. E’ consigliabile inizialmente effettuare una seduta al mese per i primi 3/4 mesi. Il trattamento va poi ripetuto almeno una volta l’anno.
  • Trattamento dermopurificante Il trattamento dermopurificante (conosciuto più comunemente come pulizia del viso) serve a rimuovere dalla superficie della pelle le impurità, le cellule morte, i punti neri e altri difetti cutanei. E’ adatto per tutti i tipi di pelle, soprattutto per pelli impure con tendenza acneica. Effettuare il trattamento 1 volta al mese.

In conclusione, l’acne da mascherina non è un problema irreversibile e può essere frenata o evitata con semplici accorgimenti da attuare nella nostra beauty routine. Grazie a dei prodotti idratanti e lenitivi, ad un make up leggero e a dei trattamenti viso specifici la pelle ritroverà il proprio benessere.

Respond to Maskne: come curare l’acne da mascherina?

Leave a reply

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.